Da quant'è che Enzio Strada si occupa del Brisighellino?


Enzio Strada aveva iniziato ad interessarsi di Giovanni Pianori detto il Brisighellino fin dai tempi degli studi universitari
incoraggiato in ciò anche dal Prof. Giuseppe Talamo ( allora docente
di Storia del Risorgimento presso l'Università di Parma).
Nel 1970 il Prof.Talamo fu chiamato a tenere una prolusione in Parlamento in occasione dei Cento anni di Roma capitale d'Italia.
Il professore - il quale sapeva tutto di Felice Orsini, ma pochissimo di Pianori - invitò successivamente Enzio Strada, a Roma, a casa sua,
per essere informato sulle nuove ricerche di Archivio che via via il suo "ex allievo" stava conducendo sul Brisighellino.
Ovviamente erano ricerche che richiedevano viaggi anche all'estero e che Strada conduceva durante le sue ferie (da docente e poi da preside).

Il Prof.Pino Parini (primo collaboratore di Silvio Ceccato, pioniere degli studi sulla cibernetica), suggerì al Sindaco Pelliconi di invitare Strada alla inaugurazione della Sala della Cultura prevista per il 28 aprile del 1976
(il 28 aprile ricorre l'anniversario dell'azione temeraria del Brisighellino contro Napoleoene III).
Strada accettò l'invito e i Brisighellesi scoprirono, quel giorno, che non avevano di che vergognarsi del loro antico concittadino (vedi articolo qui a lato).
Mazzini onorò Pianori con parole che non aveva mai "speso" per nessuno: il Brisighellino era stato "il patriota...capace di OSARE E MORIRE".
La Fondazione " La Memoria Storica di Brisighella" ha chiesto, nel 2011, a Strada di poter pubblicare almeno un "riassunto" della sua ricerca su Giovanni Pianori e i suoi numerosi fratelli
ugualmente perseguitati per il loro impegno per il raggiungimento della Unità d'Italia.

Il libro (300 pagine) è stato presentato il 6 settembre 2012 al Teatro Giardino di Brisighella.
L'autore spera che esso possa contrastare la cattiva fama e l'oblìo di cui Pianori è stato ingiustamente vittima.
Chi fosse interessato a conoscere qualcosa in più di questa incredibile "storia" può dare un'occhiata alle 5 puntate di una intervista che Di-Tv ha ora messo su youtube:

https://www.youtube.com/results?search_query=enzio+strada


Copertina del libro di Enzio Strada:
"Osare e Morire":
GIOVANNI PIANORI detto il Brisighellino e la sua famiglia".

Editore Cartabianca-Faenza, pagine 300.
Prefazione di Beppe Sangiorgi.
Si noti sulla parte destra della copertina l'omaggio che Mazzini rese a Pianori "...capace di osare e morire"

Il libro è presentato il 6 settembre 2012 presso il Teatro Giardino di Brisighella-Ravenna.

La stessa sera del 6 settembre presso la nuova Sede della Fondazione in via Naldi 17 viene inaugurata una mostra di documenti su Pianori (documenti e didascalie sono stati messi a disposizione da Enzio Strada).

Vedi qualche foto qui sotto.



Pannello (di grande dimensione) esposto alla Mostra sul Brisighellino inaugurata il 6 settembre 2012
presso la Sede della Fondazione "La Memoria Storica di Brisighella" e che resterà aperta fino a tutto dicembre 2012

l Cardinale Silvestrini è Presidente della Fondazione La Memoria Storica di Brisighella.
Il 6 settembre 2012 ha partecipato sia alla inaugurazione della Mostra su Giovanni Pianori sia alla presentazione del libro di Enzio Strada (nella foto).

Presentazione del libro su Giovanni Pianori presso il Teatro Giardino di Brisighella.
Da sinistra a destra: Beppe Sangiorgi giornalista e scrittore (ha scritto la Prefazione al libro);
l'autore Enzio Strada; Egisto Pelliconi, Vicepresidente della Fondazione La Memoria Storica di Brisighella.



Sede della Fondazione "La Memoria Storica di Brisighella". Al centro il Presidente Cardin.Achille Silvestrini ed il Vice - presidente
Egisto Pelliconi. A sinistra Enzio Strada e Luisa Berardi a cui è dedicato il volume sul Brisighellino.

Articoli publicati su diversi giornali

Da "Il Piccolo" di Faenza: giovedì 6 settembre 2012 presso il Teatro Giardino di Brisighella: presentazione del libro di Enzio Strada.




il 6 settembre 2012 a Brisighella,l'inaugurazione della Esposizione-Mostra su Pianori e la presentazione del libro
hanno avuto luogo regolarmente alla presenza di un foltissimo ed interessato pubblico


Dal "Corriere": Il volume di Enzio Strada su Giovanni Pianori è presentato presso il Teatro Giardino di Brisighella il 6 settembre 2012





12 ottobre 2012 Recensione di Andrea Dolcini con "richiamo" in prima pagina.
Essendo una pagina intera, l'articolo qui sotto è stato necessariamente"scannerizzato" in due parti.


Per iniziativa della Associazione Alteo Dolcini, il 31 gennaio 2013 al Rotary di Faenza si è "parlato" del Brisighellino



Articolo apparso sul Resto del Carlino il 9 Febbraio 2012 , anniversario della Repubblica Romana del 1849. Giovanni e Senesio Pianori combatterono a Roma per difenderla dall'intervento armato di Napoleone III che riuscì a cacciare Garibaldi, Mazzini, Saffi, Armellini... riportando Pio IX sul suo trono. Alessio "pagò" l'adesione al comune IDEALE: un' ITALIA LIBERA, UNITA, INDIPENDENTE e REPUBBLICANA.
I Pianori (15 fratelli: otto maschi e sette femmine) erano nati a Brisighella. Quando alcuni di loro si trasferirono a Faenza furono soprannominati "i Brisighellini".

Seconda edizione 2013

Seconda Edizione (anno 2013) arricchita con altri documenti e con una Appendice nella quale viene rievocata la terribile sorte di Senesio (fratello del Brisighellino) nell'inferno della Caienna.

 


Seconda Edizione (retro-copertina).
Per saperne di più: interviste a puntate visibili clikkando su :

https://www.youtube.com/results?search_query=enzio+strada

 



Recensione dello scrittore-storico Paolo Cortesi su La Piè n.1 del 2013



A Cervia - in due abitazioni private un tempo adibite a Carcere Pontificio - si conservano due porte
delle celle per i detenuti.
Da questo carcere, il fratello del Brisighellino (Senesio Pianori) riuscì ad avadere.
Coinvolto suo malgrado nell'attentato a Napoleone III nel 1855,
egli fu arrestato e deportato alla Cayenna dove morì nel 1856

 

 


La tragica vicenda di Giovanni Pianori detto il Brisighellino ( e dei suoi sette fratelli) sta pian piano uscendo dal dimenticatoio della nostra Storia Risorgimentale.
Le 5 interviste all'autore Enzio Strada - andate in onda su DTV a dicembre 2013 -
sono ora visibili su "youtube" (Le Cantine di Platone);
se ne indica qui sotto il link per eventuali...curiosi (cliccare):
http://www.youtube.com/playlist?list=PL783866864C5E947D
(dal numero 26 al 30)


ritorna
Cerca sul sito Sitebuilding fiorenzo.net info@enziostrada.it © Enzio Strada Opt. 1024x768 res. mappa sito